Progetto co-finanziato dall’Unione Europea


Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020

Obiettivo Specifico 2. Integrazione / Migrazione legale. Obiettivo Nazionale 3. Capacity building lett.m) Scambio di buone Pratiche


ESPaR - European Skills Passport for Refugees

È un percorso di bilancio di competenze studiato appositamente per condurre interventi di orientamento alla carriera con rifugiati e richiedenti asilo politico.


È un bilancio di competenze

Descrive il portfolio di competenze a partire dalla ricostruzione delle precedenti esperienze formative e lavorative. Favorisce una progettualità più realistica rispetto al nuovo contesto con il quale il rifugiato o il richiedente asilo è chiamato a confrontarsi.


È un percorso di maturazione

Rileva aspettative poco realistiche in merito alle opportunità occupazionali della nazione ospitante. Supporta il rifugiato o il richiedente asilo nella dolorosa presa di coscienza dei limiti della propria professionalità. Lo aiuta ad accelerare i tempi di elaborazione del lutto della perdita della propria identità professionale. Il ruolo attivo richiesto all'interno del bilancio di competenze favorisce lo sviluppo di un atteggiamento proattivo verso la propria carriera.


È uno spazio per ricostruire

Crea le condizioni migliori per poter ridisegnare un percorso di carriera più efficace rispetto alle aspettative proprie e del mercato del lavoro. Utilizza principalmente la narrazione autobiografica che all'inizio è libera perché finalizzata a dare un senso nuovo alle esperienze passate; successivamente diviene sempre più precisa e focalizzata per identificare e descrivere in modo affidabile e comprensibile le esperienze formative e lavorative e, da queste, le competenze professionali. 



Ente capofila




Partner di progetto


 

Ass. centro di ascolto del decanato di Seveso



Soggetti aderenti esteri